MANUEL STAROPOLI AMMINISTRATORE

Manuel Staropoli, tra i più interessanti flautisti a livello internazionale della sua generazione, si è diplomato brillantemente in Flauto Dolce presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste con il Prof. S. Casaccia perfezionandosi successivamente presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo con  Lorenzo Cavasanti. Si diploma in seguito in Flauto Traversiere conseguendo il diploma accademico di secondo livello con 110 e lode presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino con F. Odling, seguendo Masterclass del M° Barthold Kuijken. Ha studiato anche Oboe barocco con G. Caviglia e P. Faldi. Collabora regolarmente con flautisti e artisti di fama internazionale quali Dorothee Oberlinger, Maurice Steger, Kees Boeke, Gudrun Heyens, Dan Laurin, Walter Van Hauwe, Christophe Rousset.
Si è esibito come solista, in formazioni cameristiche e orchestre, in oltre 600 concerti in Italia e all’estero partecipando a importanti rassegne concertistiche e festivals internazionali (Festival van Vlaanderen ; Teatro Alla Scala di Milano, etc…) e per gli Istituti italiani di cultura all’estero (Londra, Amburgo, Wolfsburg, Madrid, Bratislava). Solista all’interno di ogni formazione dell’“Accademia del Ricercare”, collabora con I Sonatori della Gioiosa Marca, l’Orchestra Montis Regalis, Arion Consort, Collegium Pro Musica, l’Orchestra barocca e l’orchestra sinfonica de “La Verdi”; è inoltre membro fondatore del Quartetto italiano di Flauti Dolci Icarus. In qualità di flautista e recentemente di compositore ha partecipato alle registrazioni di tutti i CD della Heavy Metal Band Rhapsody of Fire distribuiti in tutto il mondo. Ha inciso per le case discografiche Sony, Stradivarius, Tactus, Amadeus, Pizzicato, Rugginenti, Carrara, Brilliant Classic, Dinamic. Con le incisioni Vivaldi, Sonate a Tre (Brilliant) e R. de Visée, La Musique de la Chambre du Roy si è aggiudicato 5 stelle sulla rivista Diapason, mentresi è aggiudicato il Diapason D’or con l’incisione “Il flauto Veneziano” per l’etichetta SONY, collaborando con Dorothee Oberlinger. Di recente uscita il secondo volume (sempre per Brilliant) delle suite di R. de Visée. Ha scritto sulle riviste di musica antica Orfeo e CD Classics e dal 2007 si occupa della rubrica intitolata “Flauto Dolce & Dintorni” sulla rivista trimestrale per Flauto FaLaUt. Ha tenuto Masterclass e seminari sul flauto dolce, il traversiere e l’interpretazione della musica antica presso la “Musik Hockschule” di Mannheim (Germania), presso la Muzička akademija di Zagabria (Croazia), presso la “Musik Hockschule” di Duisburg-Essen (Germania) e presso la “Musikschule” di St Georgen im Attergau (Salisburgo, Austria). Dal 2005 è direttore del “Corso Internazionale di Musica Antica” di Romano Canavese (TO), il quale da svariati anni ospita docenti tra i più qualificati nel panorama della musica antica. È stato docente presso il Conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza, collabora stabilmente con il Conservatorio di Genova “Niccolò Paganini” ed insegna attualmente presso il Conservatorio “Agostino Steffani” di Castelfranco Veneto (TV).

 

Contattami anche su :